Top Local Places

MY BEAUTIFUL LAUNDRETTE

Piazza Emilio Salgari, 2/A, Cernusco sul Naviglio, Italy
Laundromat
advertisement

Description

ad

LAVANDERIA SELF-SERVICE Un posto diverso, originale, dove il tempo di un bucato non deve essere necessariamente tempo sprecato.....

CONTACT

Opening Hours

lunedì
07:00 - 22:00
martedì
07:00 - 22:00
mercoledì
07:00 - 22:00
giovedì
07:00 - 22:00
venerdì
07:00 - 22:00
sabato
07:00 - 22:00
domenica
07:00 - 22:00

RECENT FACEBOOK POSTS

facebook.com

Pablo Picasso, "La stiratrice" (1904) Guggenheim Museum, New York

facebook.com

facebook.com

#curiositàstoriche Come nasce la lavatrice e chi l'ha inventata? Scopriamolo insieme! Tra tutti gli elettrodomestici moderni, la lavatrice è quello che ha maggiormente cambiato la vita di tutti i giorni, dal momento che, prima della sua diffusione, il lavaggio degli indumenti assorbiva una grande quantità di tempo e di energia, soprattutto da parte delle donne. Per questo la lavatrice viene considerata un elemento importante nella storia dell’emancipazione femminile. Eppure, a differenza di tante altre invenzioni che hanno una valenza simile, questo prezioso elettrodomestico non ha creatori famosi. Prima che fosse inventata, le persone lavavano i vestiti sulle pietre, martellandoli e lavando via la sporcizia con l’acqua corrente, nei ruscelli o nei fiumi. La sabbia era usata come abrasivo per togliere lo sporco. Nel 1677 il barone John Hoskins creò un sistema per lavare i panni o, per meglio dire, per risciacquarli: un cestello di corda che veniva fatto ruotare sotto un getto d’acqua. L’inventore della lavabiancheria è presumibilmente Thomas Bradford, il quale nel 1860 creò un modello simile, nel modo di funzionare, agli apparecchi moderni. Si trattava di un apparecchio costituito da una gabbia ottagonale in legno, all’interno della quale venivano messi i panni da lavare. Questa gabbia era a sua volta contenuta in una scatola più grande, anch’essa in legno riempita con acqua e sapone. Una manovella faceva ruotare la scatola più piccola. Alla pari di Bradford, nel 1874 William Blackstone, un mercante americano, creò una lavatrice per il compleanno della moglie. Era un barile di legno riempito di acqua calda e sapone. I panni erano scossi da un asse dotato da lunghi pioli, che si muoveva manualmente in alto e in basso. Fu un boom, tanto che il Sig. Blackstone iniziò a vendere le sue lavatrici a 2.50 dollari e più tardi creò un’azienda a New York! Nel 1861, venne aggiunto uno strizzatore, mentre nel 1900 le vasche di legno furono rimpiazzate da quelle di metallo. In seguito sono state inserite delle cinghie di razionamento che hanno permesso l’introduzione di motori, inizialmente a benzina o a vapore fino al motore elettrico utilizzato per la prima volta nel 1907 da Alva Fisher. Sostanzialmente le prime lavatrici, dunque, furono concepite come macchine atte a “sfregare” i panni. Le macchine così realizzate presentavano però lo svantaggio di provocare un’usura eccessiva dei panni, e risultati di lavaggio decisamente deludenti. La prima ed unica soluzione efficace fu l’adozione, appunto, dell’agitatore: il principio è quello di forzare la soluzione detergente attraverso le fibre dei tessuti agitandoli e “sbattendoli” attraverso l’acqua. Sviluppata in America, questa tecnologia è sostanzialmente ancora oggi praticamente la più diffusa nel mondo nonché la più efficace. Nella figura, una lavatrice dell'ottocento :-)

facebook.com

facebook.com

facebook.com

Timeline Photos

Timeline Photos
facebook.com

È la giornata mondiale dei calzini spaiati

facebook.com

PICTURES BY OTHER USERS ON INSTAGRAM

Sophie Kinsella rilascio presso #mybeautifullaundrette piazza Salgari 2a Cernusco sul Naviglio #cernuscosulnaviglio #cernuscosn

Sophie Kinsella rilascio presso #mybeautifullaundrette  piazza Salgari 2a Cernusco sul Naviglio #cernuscosulnaviglio  #cernuscosn
@, instagram.com

Recommended Before and After transformation